mercoledì 3 gennaio 2018

“The Disaster Artist” (James Franco, USA, 2017)

Dopo i 3 Orson Welles del passaggio di anno torno in sala per i film della nuova stagione e comincio con questo film di e con James Franco:
The Disaster Artist (di James Franco, USA, 2017) 
con James Franco, Dave Franco, Ari Graynor, Seth Rogen
IMDb  8,0  RottenTomatoes  92% (top critics 88%)

Dopo i 3 Orson Welles del passaggio di anno torno in sala per i film della nuova stagione e comincio con questo film di e con James Franco che nel complesso trovo bravo come attore, qui nel caratterizzare il folle e misterioso Tommy Wiseau, ma meno come regista. Suo fratello minore Dave, che lo affianca sulla scena nei panni di Greg Sestero, non è assolutamente alla sua altezza. Non male Seth Rogen, che non amo particolarmente ma qui interpreta bene la sua breve parte, adatti gli altri componenti del cast che riescono ad apparire incapaci senza esagerare (resta il dubbio se siano proprio così o sono dei grandi attori che riescono a recitare volontariamente male). Buona sceneggiatura ed interessante finale con le pressoché perfette repliche di alcune scene del film originale, mostrate in parallelo ... aspettate dopo "THE END".

Se ne avete la possibilità, guardatelo in originale; consiglio valido pressoché per qualunque film ma in questo film è indispensabile se si vuole apprezzare il gran lavoro di James Franco sulla voce lamentosa, spesso monocorde e con un accento stranissimo del suo personaggio, oggetto di ripetuti commenti nel corso del film. Il film è a tratti esilarante per la follia e l’acclarata incapacità di Tommy Wiseau in ogni sua azione relativa al film ... dalla sceneggiatura all’interpretazione, dal casting alla regia.
   
Ricordo a chi ancora non lo sapesse che Tommy Wiseau è divenuto famoso dopo aver prodotto (nel vero senso della parola, pagando di tasca sua oltre 5 milioni di dollari) scritto, diretto e interpretato “The Room” (niente a che vedere con il pluripremiato “Room” del 2015) film che si contende con vari altri il titolo di “peggior film di sempre”, IMDb  3,6 .
Quasi tutto ciò che viene mostrato nel film è assolutamente vero e basato sul libro di memorie di Greg Sestero The Disaster Artist: My Life Inside The Room, the Greatest Bad Movie Ever Made". Gli stessi (veri) Tommy Wiseau e Greg Sestero hanno collaborato alla realizzazione del film di James Franco e ne hanno “approvato ogni parte al 99,9%”.
Film tutto sommato ben fatto e divertente anche se penso che più che gli spettatori si siano divertiti Franco e soci nel girare il film e non so come abbiano potuto gestire i rapporti con Wiseau senza scoppiare a ridere, visto che lo ponevano continuamente ed assolutamente in ridicolo. Ma c’è da chiedersi: Wiseau se ne sarà reso conto o continua a vivere nel suo mondo fuori della realtà?”.
Un’operazione molto simile fu realizzata da Tim Burton nel 1994 con “Ed Wood” (2 Oscar). In questo caso il soggetto non trattava di un singolo film ma era un biopic di Edward D. Wood Jr. “il peggior regista di sempre” (interpretato da Johnny Depp). Ho recuperato i suoi 5 film più famosi (che mi riprometto di guardare a breve), tutti degli anni ’50, con rating IMDb variabile fra 3,3 e 4,2, quindi più o meno in linea con il 3,6 di “The Room” di Wiseau. A “discolpa” di Ed Wood è giusto dire che era assolutamente al verde e lavorava con meno del minimo indispensabile, al contrario di Wiseau che addirittura girò “The Room” sia in 35mm che in HD, non conoscendo la differenza fra i due formati (fatto vero e riportato nel film di Franco).
Per la cronaca, “The Room” è ancora in circolazione ed è uno dei cult fra i “midnight movie” e questo è un trailer che si conclude con un paio di affermazioni “alquanto presuntuose” e chiaramente false:
... with the passion of Tennesee Williams” e “The best film of the year
I casi della vita ... Tommy Wiseau è nato lo stesso giorno del suo idolo e “collega” Orson Welles.

Nessun commento:

Posta un commento